bruxismo: studio dentistico spinelliSecondo quanto riportato dalla��ASIO (associazione specialisti italiani ortodonzia), il bruxismo A? una parafunzione, ovvero una��attivitA� involontaria dei muscoli masticatori con digrignamento dei denti tra loro, che spesso avviene durante la fase del sonno o in momenti di forte stress emotivo o fisico.

Esso puA? passare inosservato anche per lungo tempo, ma si possono riscontrare in tempi brevi i sintomi, che possono essere:

 


  • denti dallo smalto scheggiato o usurato e dalla��aspetto consunto

  • smalto che presenta abrasioni, sino ad eventuale dentina scoperta

  • difficoltA� ad aprire la bocca

  • aumento della sensibilitA� delle sensazioni di caldo e freddo

  • dolori alle Articolazioni Temporo-Mandibolari (A.T.M.) o ai muscoli masticatori

 

Il soggetto puA? esserne consapevole oppure totalmente inconsapevole: nel primo caso digrigna consapevolmente in stato di veglia, mentre nel secondo puA? stringere o digrignare durante la notte e avvertire dolore alla��articolazione al risveglio.

 

Le cause del bruxismo sono da ricercarsi anche nello stress psicologico o fisico. Comprendono quindi una grande varietA� di situazioni presenti in pazienti di tutte le etA�, sia che pratichino sport a livello agonistico o che conducano uno stile di vita molto stressante.

 

La cura del bruxismo puA? essere complessa, in relazione alle numerose cause possibili (fisiche e psicologiche) e alle molteplici strutture della��organismo interessate da questa patologia.

Il team del nostro studio studierA� il tuo caso per selezionare la terapia piA? idonea.

 

biteIl bite (dispositivo mobile realizzato in resina trasparente) A? il mezzo piA? conosciuto per ridurre notevolmente e a volte rendere impercettibili i sintomi del bruxismo (vedi immagine a lato). Esso evita la��usura dentale perchA� si interpone fra le arcate in frizione e riduce le sollecitazioni ai tessuti di sostegno dei denti.


 

La��utilizzo del bite puA? essere sostituito o associato a differenti interventi terapeutici in base alle cause: trattamento ortodontico, tecniche di rilassamento, sedute di psicoterapia, sedute specialistiche di miorilassamento, posturologia e kinesiologia, assunzione di farmaci etc.