Il termine malocclusione significa a�?cattivo morsoa�?. Una bocca presenta una malocclusione quando i denti della��arcata superiore non combaciano correttamente con quelli della��arcata inferiore. La malocclusione ha spesso delle ripercussioni funzionali sul corretto svolgimento delle azioni quotidiane riguardanti la sfera fonetica e masticatoria.

 

Ecco una semplice guida per capire se la nostra bocca presenta una malocclusione, in modo da fissare un appuntamento con la��ortodontista.

Possiamo avere diversi tipi di problemi che, quando si presentano, A? necessario risolvere.
Qui sotto riportiamo alcuni dei problemi che si possono riscontrare.

 

Morso aperto

morso-apertoIl morso aperto puA? essere un problema scheletrico o dentale e possono associarsi ad esso abitudini viziate come la suzione del dito oltre i limiti fisiologici e la��uso prolungato del ciuccio.
Tecnicamente il morso aperto A? una malocclusione verticale in cui la��arcata superiore non chiude correttamente sulla��inferiore lasciando uno spazio nel quale la lingua riesce ad interporsi, peggiorando la��apertura.

 

Morso profondo

morso-profondoIl morso profondo A? una malocclusione verticale in cui i denti della��arcata superiore coprono troppo gli inferiori.

 

Classe I con denti affollati

denti affollatiI denti superiori presentano un corretto rapporto con i denti inferiori. Il primo molare superiore e il canino superiore si trovano piA? indietro rispettivamente al primo molare inferiore e al canino inferiore. Nonostante ciA?, A? possibile perA? che i denti non siano allineati per mancanza di spazio.

 

Classe II con denti superiori sporgenti

denti-sporgentiUna condizione molto frequente che solitamente preoccupa i genitori (e che A? causa di traumi dei denti anteriori) A? la malocclusione di Classe II con i denti superiori sporgenti. La��arcata superiore si trova piA? avanti rispetto alla��inferiore e ci puA? essere un eccesso di crescita mascellare o un difetto di crescita mandibolare.

La causa, oltre che di natura genetica, puA? essere legata anche ad abitudini viziate come la suzione del ciuccio (oltre i limiti fisiologici) e soprattutto la suzione del dito o del labbro inferiore

 

Classe III

classe3Le malocclusioni di Classe III possono essere dovute alla eccessiva crescita della��arcata inferiore o alla scarsa crescita della��arcata superiore creando la��effetto di una mandibola prominente ed alcune volte di un a�?morso inversoa�?, nel senso che non A? la parte superiore a coprire la��inferiore ma viceversa.

 

Arcata superiore stretta

arcata-strettaLa contrazione del mascellare superiore A? una malocclusione trasversale frequente nei bimbi e visibile giA� dai 6 anni.

La��arcata superiore non A? sufficientemente ampia e non riesce a coprire la��arcata inferiore. Si crea un rapporto alterato con la��inferiore piA? larga della superiore da un lato o da entrambi. Ci puA? non essere spazio per tutti i denti che quindi non sono allineati.

 

Agenesia degli incisivi laterali

agenesiaUna condizione non frequentissima ma rilevante A? caratterizzata dalla��assenza di formazione (agenesia) di alcuni denti permanenti.

I piA? frequentemente interessati sono gli incisivi laterali, che indubbiamente rappresentano i casi piA? delicati, a causa della forte componente estetica. Per questo, A? opportuno effettuare un esame radiografico per vedere se i denti ci sono tutti.

 

Diastema

diastemaSi tratta di uno spazio tra due denti adiacenti nella stessa arcata. Un tipico diastema A? quello mediano, uno spazio tra gli incisivi centrali della��arcata superiore (piA? frequentemente) o di quella inferiore (piA? raramente).

 

Sorriso gengivale

sorriso gengivaleEa�� un sorriso in cui la quantitA� di gengiva esposta A? eccessiva. Questa esposizione gengivale durante il sorriso (detta a�?gummy smilea�?) A? considerata antiestetica.

 

Denti inclusi

denti-inclusiCon il termine a�?inclusionea�? si definisce la mancanza nel cavo orale di un dente oltre i limiti fisiologici relativi al momento della sua eruzione. Nelle radiografie si osservano dei denti completamente formati ma che non hanno piA? la capacitA� di erompere. In particolare nella radiografia seguente osserviamo i due canini permanenti inclusi.

Essi si presentano con un orientamento diverso rispetto agli altri denti ed incapaci di erompere spontaneamente.

SarA� quindi opportuna una visita dallo specialista che si occuperA� di favorire e guidare la��eruzione di questi denti con delle specifiche apparecchiature (se ci saranno le condizioni opportune per poterlo fare).A� Il canino superiore A? il dente relativamente al quale si interviene piA? di frequente per via della sua inclusione, ma anche il secondo premolare puA? presentare la medesima problematica.